martedì , ottobre 24 2017
Home / benessere / Perché tenere i bimbi all’aria aperta anche in inverno

Perché tenere i bimbi all’aria aperta anche in inverno

bambini invernoPerché tenere i bimbi all’aria aperta anche in inverno

Con l’arrivo delle basse temperature, molte neo-mamme si vedono costrette a rimanere chiuse in casa con i loro piccolini, per proteggerli dai colpi d’aria e dal rischio di contrarre dei brutti raffreddori.

Si accorgono, però, che nonostante siano state molto attente, si ritrovano ammalate assieme ai loro piccoli e quindi il periodo di permanenza a casa si allunga.

Sono costrette ad uscire di casa solo per il motivo più importante, recarsi dal pediatra che puntualmente prescrive antibiotici e sciroppi, che non fanno che rendere i bambini più deboli e di conseguenza si abbassano le loro difese immunitarie. In questo modo, la guarigione diventa più lunga e molto spesso ci sono anche le ricadute di raffreddore e bronchite.

Tutto sbagliato, perché molti non sanno che proteggere troppo i bambini non fa che peggiorare la situazione. Gli ambienti sono sempre chiusi e non si fa ricambiare l’aria, ci sono i riscaldamenti accesi e per lo più si respira aria umida e muffe. Ecco perchè molti bambini soffrono di allergie quando stanno a lungo chiusi in casa e crescono meno forti.

Niente paura, basta cambiare abitudini. Fa freddo e ha anche piovuto. Aspettate le ore centali della giornata, quando c’è il sole e anche se fa freddo imbacuccate i vostri bambini con cappottini, sciarpe, cappelli e guanti e via all’aria aperta. C’è più ossigenazione e se fate una bella passeggiata al parco, con il verde, i vostri bambini ne beneficeranno, specie se sono raffreddati. I raggi del sole distruggono i germi e virus e permettono la produzione di vitamina D all’organismo, utile per assorbire il calcio che viene assunto con la dieta e permette ai bambini di crescere più forti e sani.

E’ fondamentale ricambiare spesso l’aria agli ambienti di casa, dove trascorrete il tempo molte ore del giorno. Mentre tenete il vostro bambino in cucina, aprite i balconi delle camere da letto, spolverate e lavate tende e tappeti e poi vi spostate alle altre camere, in modo che il vostro bambino respirerà sempre aria pulita. Usate prodotti naturali per la pulizia della casa ed evitate insetticidi e deodoranti per gli ambienti.

Anche i medici lo confermano che negli ambienti chiusi ed affollati c’è più probabilità di contrarre malattie virali. I bambini si contagiano tra loro come avviene negli asili e nelle classi elementari, anni in cui i bambini sono maggiormente soggetti a contrarre malattie esantematiche e virus influenzali.

Quindi, per evitare che i vostri bambini continuino ad ammalarsi stando a casa ad annoiarsi, portateli all’aria aperta a correre e giocare, affaticandosi, elimineranno i muchi, libereranno le vie respiratorie e guariranno più in fredda.

Ai primi sintomi si raffreddore non ricorrete agli antibiotici, preferite rimedi naturali come lavaggi nasali e vapori alla menta. Mettete i vostri bambini al sole e ben coperti, lontano da luoghi ombrosi e chiusi.

Ovviamente, i bambini non sono completamente salvi dalle malattie di stagione; vanno protette orecchie e gola per evitare otiti, faringiti e bronchioliti, ma stare fuori casa è sempre meglio che respirare l’aria di casa.

 

Comments

comments

About elisabetta981

Check Also

proprietà del balsamo al timo

Proprietà del balsamo di timo

Proprietà del balsamo di timo Il timo è una pianta aromatica molto usata in cucina …

http://www.themesfreedownloader.com latest government jobs stock market tutorial